lunedì 5 ottobre 2015

Battaglia senza fine: Ereader o Libro cartaceo. Ma c'è davvero bisogno di scegliere?

Buongiorno a tutti quelli che leggeranno questo post!
Questo sarà un post un po' diversi da quelli che, i followers del nostro blog, sono abituati a leggere; ma oggi volevo aprire con voi un dibattito che infervora e divide da sempre i lettori più accaniti: ebook o libro cartaceo?






















E voi di quale religione siete? Posso dirvi la mia pazzesca idea rivoluzionaria? Non c'è bisogno di schierarsi proprio da nessuna parte. Io, essendo un'appassionata di tecnologia, non ho potuto fare a meno di acquistare i primi ereader appena ho saputo della loro esistenza. Cosa devo dirvi? Io mi ci trovo benissimo, sono comodi, puoi leggere usando solamente una mano (il che è essenziale quando prendi ogni mattina metropolitane o treni per raggiungere il lavoro o l'università), sono leggeri (oltre il peso dei libri universitari e del pc ho solo altri 180 grammi in borsa) e, secondo me è il loro principale attributo, possono contenere fino a 3000 libri (mai più valigie piene di libri che si rovinano a leggerli in spiaggia: se siete avidi lettori anche in vacanza, un Ereader è tutto ciò di cui avete bisogno). Si, ho sposato la filosofia di vivere EREADER! Però non ho mai potuto tradire la mia vera anima bibliofila, così continuo a comprare i libri che più mi piacciono (nonostante possiedo un Kobo, solo a Settembre, ho comprato 10 libri). In questo modo la mia vita procede lo stesso e con lei le mie letture. Ora vorrei dire a quelli che quando parlo di ereader mi rispondono: "la morte dell'editoria e della lettura, che schifo!" Ma cosa state dicendo? E soprattutto, vi fidate davvero delle vostre affermazioni? Quanti di voi prima di farle hanno provato un vero Ereader, e quindi, hanno un VERO motivo per odiarlo? Ragazzi la tecnologia fa ogni giorno passi da gigante, non rimanete ottusamente indietro per una presa di posizione. Leggere è importante in qualsiasi modo si cerchi di farlo.
Con questo pensiero vi saluto, ma vi lascio qualche info in più, se dopo il mio breve post avete deciso di dare qualche possibilità alla lettura digitale, su quale ereader scegliere in base alle vostre esigenze.



KOBO MONDADORI  VS KINDLE AMAZON

NB Mi riferisco soprattutto ai modelli Kobo Aura e Kindle Touch, non sono aggiornata sulle specifiche dei modelli più recenti, ma in linea di massima sull'esperienza di lettura non dovrebbe cambiare molto.


  • Le principali differenze sono sul peso e dimensioni: Kobo ha quasi 30 grammi in meno, circa 7 mm in meno in altezza e 3 in larghezza, lo schermo è posizionato più in alto quindi c’è più spazio nella cornice in basso per i pollici, il che è decisamente apprezzabile quando si legge in piedi. Con gli ultimi modelli, secondo me si è persa l'idea di utilità che un piccolo device dovrebbe avere: infatti le dimensioni degli ultimi Kobo sono sempre più simili a quelle di un ipad.
  • La libreria di Kobo è organizzata in modo semplice ma dinamico, si passa facilmente d un libro all'altro. Anche quella di Kidle è organizzata in modo dinamico, ma la presenza di tutta la pubblicità di Amazon, anche nella libreria personale, rende l'esperienza meno piacevole.
  • Purtroppo con Kobo non si ha la possibilità di creare cartelle nella propria libraria (a me piace suddividere i libri in generi ad esempio) mentre su Kindle si.
  • Entrambi i device hanno la possibilità di salvare frasi di libri e di condividerle online: sia Kobo che Kindle spingono molto sull’integrazione coi social network e sul cosiddetto “social reading”, cioè la possibilità di commentare e condividere in diretta ciò che stiamo leggendo coi nostri amici di Facebook e Twitter.
  • Nello spazio a disposizione per gli ebook: Kindle Touch ha 4GB, Kobo 2GB, ma la vera differenza è nella presenza di uno slot per micro SD sul Kobo, che permette di aumentarne la capienza fino a 32GB.
  • Un altro punto a favore del Kobo è la compatibilità con i formati dei file. Kindle Touch per il testo accetta il formato nativo Amazon (AZW) più TXT e MOBI (e PDF, che comunque risulta poco pratico da leggere, su entrambi i reader). Kobo legge direttamente anche i file EPUB, che mi pare il formato principe per quanto riguarda gli e-book. Inoltre Kobo è compatibile con CBZ e CBR, caratteristica sicuramente apprezzata dai letttori di fumetti e graphic novel.
  • Per quanto riguarda il touch screen e, quindi, la velocità di cambio pagina Kindle Touch è decisamente più reattivo, e Kobo è più lento.
  • Batteria: non si possono ancora fare veri paragoni, ma a chi si appresta a comprare il primo e-reader basti questo: non è il caso di preoccuparsi. Le cariche durano settimane, ci si dimentica quasi che sono oggetti alimentati a batteria.
  • Prezzi: gli ultimi modelli acquistabili, ovviamente i più evoluti arrivano a costare dai 100 fino ai 200 Euro, ma se si intende acquistare un "modello base" (ma vi assicuro che tanto base non è perché ha tutto quello che serve ad lettore che è interessato semplicemente a LEGGERE) allora può trovare sia Kobo e Kindle a meno di 100 Euro (con un prezzo di partenza dai 60 Euro = Kindle Touch)
Io sono un Kobo-Reader (Kobo Aura per l'esattezza) e devo dire che mi trovo molto bene.

So che ultimamente anche IBS ha rilasciato il suo Ereader, trattasi di Tolino, qualcuno di voi lo possiede? Come vi trovate?


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...