domenica 7 febbraio 2016

Fangirl - Rainbow Rowell

Buongiorno Readers! Mi dispiace che in questo periodo il blog non venga aggiornato regolarmente, ma purtroppo in periodo di sessione facciamo sempre un po' fatica a stare dietro a tutti gli impegni.
Però appena leggiamo un libro, tentiamo subito di dirvi cosa ne pensiamo, lasciandovi due parole qui sul blog, e oggi voglio parlarvi della mia ultima lettura Fangirl di Rainbow Rowell!

FANGIRL
di Rainbow Rowell

CASA EDITRICE:  St. Martin's Press
PAGINE: 445
PREZZO DI COPERTINA: 15,40 €
LINGUA: Inglese (non è ancora disponibile la traduzione)
LINK PER L'ACQUISTO: QUI

SINOSSI
Cath and Wren are identical twins, and until recently they did absolutely everything together. Now they're off to university and Wren's decided she doesn't want to be one half of a pair any more - she wants to dance, meet boys, go to parties and let loose. It's not so easy for Cath. She's horribly shy and has always buried herself in the fan fiction she writes, where she always knows exactly what to say and can write a romance far more intense than anything she's experienced in real life.Without Wren Cath is completely on her own and totally outside her comfort zone. She's got a surly room-mate with a charming, always-around boyfriend, a fiction-writing professor who thinks fan fiction is the end of the civilized world, a handsome classmate who only wants to talk about words . . . And she can't stop worrying about her dad, who's loving and fragile and has never really been alone. Now Cath has to decide whether she's ready to open her heart to new people and new experiences, and she's realizing that there's more to learn about love than she ever thought possible . . .

RECENSIONE
Fangirl è un libro molto simpatico, leggero e scorrevole: una lettura piacevole e non impegnativa. Ho deciso di leggerlo perchè nella Booktube americana è stato osannato praticamente da tutti ma, purtroppo, per me non è stato più di una bella lettura di intrattenimento. La storia non è nulla che non abbiate già sentito, la protagonista Cath va al college e deve affrontare tutte le esperienze che quest'ultimo le propone. La vera novità del libro è che Cath è una sociopatica scrittrice di Fanfiction, idea molto carina, ma purtroppo questo è portato un po' agli eccessi: sembra che se scrivi una fanfic non puoi avere una vita sociale al di fuori di essa. Il personaggio di Cath non mi è piaciuto molto, l'ho trovata pedante e sociopatica al limite del possibile, (non vuole MAI uscire dalla sua stanza, nemmeno per andare in mensa a mangiare, tanto che per la prima settimana si nutre di barrette energetiche per non dover lasciare la stanza e non vuole avere contatti con nessuno) e non capisco tutto il suo attaccamento alle Fanfiction e la sua disabilità intellettuale a scrivere qualcosa che non sia già stato inventato da qualcun altro. Personalmente non ho mai scritto Fanfiction, quindi probabilmente è per questo che non riesco ad immedesimarmi in lei e a capire il suo punto di vista. I personaggi in generale li ho trovati un po' piatti, bidimensionali. (Tutti tranne Cath che forse era meglio lasciare nel suo brodo). Wren, la sorella gemella di Cath, si comporta da disfattista senza un'apparente ragione, Levi, il suo pseudo-ragazzo che le muore dietro da pagina 1 (ma ovviamente lei non è ha idea) non fa altro che sorridere alla gente per 445 pagine. L'unico personaggio che mi è piaciuto è stata Regan, la compagna di stanza di Cath che almeno tenta di tirarla un po' fuori dalla sua tomba sociale. La particolarità del libro è che ogni capitolo si apre con un estratto della storia di Simon Snow (che sarebbe l'Harry Potter del mondo di Fangirl, immagino che la Rowell abbia volutamente omaggiato il personaggio della Rowling) sul quale Cath scrive la sua fanfiction e senza il quale lei non potrebbe vivere. Purtroppo però non sono riuscita ad apprezzare questi estratti perchè erano completamente decontestualizzati, erano stralci senza collegamento di una storia che si evince essere molto complessa, quindi non mi hanno lasciato molto. La situazione familiare di Cath e Wren e i problemi del padre, sono affrontati superficialmente, mi spiego: sembra che, da quando loro siano al college, loro padre non riesca a prendersi cura di se stesso, non mangia, finisce in ospedale ogni due per tre, e Cath deve correre a casa appena può ad occuparsi di lui... allora io mi chiedo: come ha fatto a crescere da solo due bambine? Senza nessun aiuto, se adesso malapena riesce a rimanere in vita? 

Non voglio dilungarmi ulteriormente comunque, nonostante le mie rimostranze, che ho elencato qui sopra, Fangirl è un libro carino, una lettura leggera e simpatica, ma nulla di più secondo me. Se volete dare una possibilità a Fangirl non vi preoccupate della lettura in lingua, basta avere un buon livello di inglese per non avere problemi. 
In conclusione do a Fangirl 3 libricini. 

Boccolo in su: Lo stile di scrittura della Rowell è davvero godibile, assolutamente non pensante, e ricco di ironia
Boccolo in giù: Il legame Cath-fanfiction è esasperato fino al limite del possibile.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...